NULLA VALE QUELLO SGUARDO

Siamo anime in prestito e non ci apparteniamo. Viviamo un tempo breve errando come onde che si sbattono alla deriva, alla disperata ricerca di un mare calmo. Non mi ha mai interessato la scapigliata incoscienza della gioventù: lei ha tutti i sogni, le offerte e le vie della vita ancora da tentare. Bensì lo sguardo di chi sa sulla propria pelle, che la vita non è più un gioco, ma qualcosa di drammatico e di bello che riflette anima e pensiero. Ho cercato e aspettato quell'attimo nello sguardo di ognuno, quando tutto è sciolto e pacato, e la consapevolezza si consuma a sentire la vita e se stessi. Dove pare si ascolti il palpito dell'attesa, l'essenza dei respiri, la cadenza delle emozioni in un abbandono quasi surreale e astratto, dove testimone è solamente il cuore. Una trasfigurazione con la stessa candida innocenza, riscontrata intatta e uguale, solamente negli occhi dei bambini.